Noi siamo le auto. L'auto sono io

Che attraverso uno specchietto retrovisore si riesca (con un minimo di fatica) a leggere le cifre della targa dell’automobile che sta dietro, è una cosa che sa ogni persona sedutasi almeno una volta con le mani su un volante. Il tentativo che facciamo nella sezione statistica del sito della rassegna è di usare altri specchietti (tabelle, grafici) per visualizzare altre cifre, quelle che ci permettono una prima messa a fuoco della realtà delle automobili (e, di riflesso, di chi le usa). Con altrettanta minima fatica, pochi dati e una breve guida alla loro lettura ci porteranno verso alcuni crocevia, pochi punti di riferimento dai quali potrà ripartire chi volesse andare più lontano nella comprensione di questo universo.

Due le dimensioni (tra le tante possibili) che sono state scelte. “Noi siamo le auto” è la prima, una visione dall’alto del “popolo delle auto”, tante o poche di numero, con le loro ripercussioni globali sull’economia, sul territorio, sull’ambiente e sulla vita sociale. Nella seconda, dove “l’auto sono io”, si cercherà di vederla non tanto come mezzo di trasporto, ma come mezzo di espressione: l’espressione di un’individualità libera quanto lo permette il budget familiare.

1. Noi siamo le auto
   1.1. Quante sono?
   1.2. Che effetti hanno le auto sul nostro territorio?
   1.3. Che effetti hanno le auto sull'economia?
   1.4. Che effetti hanno le auto sull'ambiente e sulla salute della popolazione?

2. L'auto sono io
   2.1. Le auto che circolano (marca, modello, ..) che "ritratto" fanno di noi?
   2.2. A quali condizioni deve sottostare la scelta dell'auto?

Le statistiche mancanti verranno pubblicate nei prossimi giorni...